News

Grand Prix regionale di Maratonine: giro di boa aspettando Cefalù

Cinque delle otto mezze del circuito si sono già disputate. Alla ripresa si correrà a Cefalù, Riposto e Ribera. Il bilancio...

Con la 6a edizione della Maratonina del Golfo, che si è disputata domenica scorsa a Marsala, il Grand Prix regionale di mezze maratone si prende una pausa; ritornerà, il 22 settembre con la seconda edizione della Maratonina Perla del Tirreno a Cefalù. Poi il rush finale di fine anno con, nell’ordine Riposto (3 novembre) e Ribera (1 dicembre).

Il giro di boa ci consente di fare un “robusto” bilancio di un circuito che, per storia e tradizione è vanto per l’interno podismo siciliano. 

Vito Massimo Catania e Giusy La Loggia

Un po’ di numeri: la mezza maratona con più atleti al traguardo è stata quella della Concordia con 1389 runner finisher; a seguire la mezza corsa domenica scorsa a Marsala (795), Sant’Agata di Militello (felice ritorno di questo 2019) con 767 atleti al traguardo, la mezza Maratona Città di Enna ha visto a Pergusa 684 atleti tagliare il traguardo e per finire la maratonina del Golfo con 451 atleti; mezza quella di Gela, che ha pagato uno anticipo di data “inatteso”, il 7 aprile che ha costretto la manifestazione a scontrarsi  con la Maratona di Roma e quella di Milano che hanno “spostato” dalla Sicilia alla penisola centinaia di atleti. 

Le sfide: due le vittorie per Maria Grazia Bilello (Pergusa e Marsala) a sant’Agata podio inedito con Vincenzo Puccio dell’Atletica Vaticana e la peruviana Nadine de La Cruz. Ad Agrigento bella vittoria di Idrissi/Caponnetto. A Pergusa tra gli uomini si è imposto Ucciardo. Lorenzo Abbate è tornato alla vittoria in una mezza in quel di Gela, dove tra le donne ha prevalso l’altofontina della Trinacria Palermo Maria la Barbera. Domenica scorsa detto della Bilello, trionfo di Antonino Liuzzo, per lui il tempo sembra non trascorrere mai. 

Le donne Trinacria

Tra le curiosità la ventesima affermazione consecutiva come squadra femminile in una mezza del circuito Grand Prix,  nella speciale classifica a punti: in soldoni da 20 mezze le donne Trinacria non hanno rivali.Un po’ quello che accade per i loro colleghi maschi dell’Universitas palermo. 

Abbate – La Monica in maglia Oro

Cinque tappe che hanno detto dell’ottimo lavoro effettuato da parte delle società chiamate a ad organizzare l’evento. Da mettere su un virtuale podio anche le medaglie offerte agli atleti finisher. La più bella e originale quella della Mezza maratona della Concordia, il primo pezzo del Tempio più famoso della Valle dei templi da conservare e unire con quelli che saranno consegnati nelle prossime due edizioni. Bella anche la medaglia di Marsala. Un circuito impreziosito dalla presenza della coppia Catania_La Loggia, insieme per l’AISA e per tutte quelle persone che soffrono la solitudine e l’abbandono legata alle malattie invalidanti.

Per quanto riguarda le maglie Oro, è cambiata la destinataria di quella femminile che domenica a Marsala è stata indossata da Angela La Monica (Marathon Club Caltanissetta), dopo che la stessa era stata sulle spalle di Rosaria Patti (Trinacria Palermo) e prima ancora dalla Bilello (Universitas). Al maschile consolida invece la sua leadership Lorenzo Abbate che sta facendo collezione di maglie. 

Per la foto Trinacria si ringrazia l’amico Ettore Riccobono

 

Potrebbero interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *